Fronda d’ulivo

Il commento alla poesia dialettale “Fronda d’ulivo” mi sembra il miglior collegamento possibile tra la giornata di sabato e il prossimo evento di Riflessioni a ruota libera.
Una ragazza senza nome, detta fronda d’ulivo, √® innamorata di un giovane anche lui senza nome, detto quello che anelo io, il padre la vuole sposare ad un terzo, ancora senza nome, quello che marita.
C’√® l’universale violenza del matrimonio combinato nell’essere privi di nome, ma anche i matrimoni combinati alcune volte sono andati bene. Nella tradizione popolare della poesia c’√® un dire in pi√Ļ: la ragazza √® una fronda d’ulivo. Non √® una persona, agli occhi del padre, ma un ramoscello che si pu√≤ innestare dove si vuole. Non ha desideri, come la fronda dell’ulivo, non ha pensieri, non ha affetti.
E la fronda si ribella: non riesce ad opporsi al rito del matrimonio, come vorrebbe, e si oppone alla pratica del matrimonio. Fugge via dal marito e si reca dal suo amato dicendo: ‚ÄúSe non mi vuoi perch√© trovi che il mio amore per te sia disonesto, allora uccidimi!‚ÄĚ
Il suo amato capisce quale valore ha una donna che decide con chi comporre il proprio desiderio, la prende in casa, difendendola dagli insulti del marito.
‚ÄúMi √® scappata una mula!‚ÄĚ dice il marito.
E l’amato risponde: ‚ÄúNon √® una mula, √® una signora e vuole stare dentro un palazzo!‚ÄĚ
A questo punto il marito è dileggiato dalla propria stessa madre.

Tutti possiamo riconoscerci nell’essere stati fronde d’ulivo e muli nel pensiero di qualcuno. E per tutti, attraverso questa poesia, si apre la possibilit√† di riprendere la guida della nostra vita. Il ‚ÄúBureau d’echange de maux √® sempre aperto dentro noi stessi e abbiamo sempre la possibilit√† di scambiare una scelta malefica con una benefica.

Quello che ho scritto valga come ringraziamento per Angela Matera e Elisabetta De Lucia che ci hanno messo a disposizione una raccolta ragionata del sapere popolare lucano. Ogni regione ha i suoi particolari saperi, alcune volte gli errori e i valori vengono mostrati con particolare evidenza. √ą il caso di Fronda d’ulivo.