La ricerca della felicità

Sono debitore di questa osservazione ad un giovanissimo amico che da poco frequenta il mio studio:
“La vita è una perenne ricerca della felicità … non posso limitare l’idea della mia guarigione al fatto di aver trovato la felicità, per considerarmi guarito basta aver ripreso la ricerca, come in effetti ho cominciato a fare da quando ho cominciato a venire qui. Adesso mi serve solo togliere di mezzo tutti gli ostacoli per fare bene la mia ricerca.”
Non trovo di meglio, per commentare, che dare seguito con un mio scritto di alcuni anni fa

Sogno
Nelle notti, come quelle che adesso
scandiscono coi giorni il tempo estivo,
volentieri trovo nel dolce mondo
del sogno antiche e preziose immagini:

prati verdi con gialle margherite,
millenari cedri, ulivi e castagni,
e all’orizzonte il mare luccicante
tra montagne innevate e fertili colli.

Da quel sogno, in sostanza ricorrente,
ma sempre diverso nelle immagini,
comune a tanti, eppure così raro

nel vigile pensiero, da quel sogno
traggo una larga realtà di vita,
e un caro pensiero che sia di saluto.